Nel variegato panorama dei gruppi musicali che si dedicano all’esecuzione e alla diffusione del tango argentino nel mondo, esistono delle orchestre che, per qualità dell’esecuzione, nulla hanno da invidiare alle orchestre ed ai gruppi da camera che si dedicano al repertorio cosiddetto classico e che abbiamo l’abitudine di ascoltare in occasione di concerti negli auditori e nei teatri, e per questo meritano senz’altro di essere ascoltate con attenzione in occasione di concerti.


Il format

(il tango come non lo avete mai sentito)

marchio registrato, è stato ideato anni fa al fine di presentare orchestre di tango internazionali selezionate fra le più interessanti, originali e rappresentative dal M° Daniele Mazzanti che, nella sua qualità di direttore d’orchestra e musicologo opera tale scelta al fine di presentarle in forma di concerto con pubblico seduto, senza però rinunciare ad offrire in tali occasioni ed eventi, performances coreografiche di tango argentino con ballerini dal vivo, a punteggiare alcuni momenti salienti del concerto stesso.

Il repertorio del tango argentino, oltre a essere semplicemente bellissimo, rappresenta a nostro avviso, uno degli ultimi avamposti extracolti ma popolari, della musica suonata acusticamente, restando vicina ai gusti e alle emozioni del pubblico.

Dopo la frattura verificatasi all’inizio del novecento fra la musica ‘classica’ e il gusto musicale della gente comune, (fenomeno che ha lasciato spazio per il fiorire impetuoso di tutta la musica di consumo, che ancora oggi rappresenta la quasi totalità della musica ascoltata e, per l’appunto, consumata), la musica del Tango argentino rappresenta il singolarissimo e prezioso fenomeno di una musica che  pur popolare e vicina ai gusti delle persone, resta uno degli ultimi avamposti della musica ‘eurocolta’ eseguita acusticamente e trapiantata in Buenos Aires

Stazione Tango inoltre prevede, qualora venga realizzato in un ambiente che lo consenta, di diventare anche una milonga, dopo il concerto.
Durante lo svolgimento della milonga l’orchestra che ha appena eseguito il suo concerto, concede qualche tango da sala dal vivo per accontentare ed omaggiare i tangueros presenti assieme al normale pubblico da concerto.

 

PRIMA EDIZIONE

 

SECONDA EDIZIONE